Farmaci - paginemediche.itfarmaci.paginemediche.it

Pubblicità
 
Dimensione carattere: A |A|A Stampa 
Invia ad un amico
digg bookmarking del.icio.us bookmarking LinkedIn bookmarking Technorati bookmarking facebook bookmarking Altri Network di Social Bookmarking
  • google bookmarking
  • yahoo bookmarking
  • reddit bookmarking
  • furl bookmarking
  • blogmarks bookmarking
  • blinklist bookmarking
  • simpy bookmarking
  • netvouz bookmarking
  • Windows Live bookmarking

Raxar - 10mg 30cpr orod

Il domperidone è un antagonista della dopamina con proprietà antiemetiche, che non attraversa prontamente la barriera ematoencefalica. Nei pazienti in trattamento con domperidone, specialmente negli adulti, effetti indesiderati di tipo extrapiramidale sono molto rari, ma il domperidone favorisce il rilascio di prolattina dall'ipofisi. L'effetto antiemetico del domperidone può derivare dalla combinazione di effetti periferici (gastrocinetici) e antagonismo dei recettori dopaminergici nella “chemoreceptor trigger zone”, situata all'esterno della barriera ematoencefalica nell'area postrema. L'emivita plasmatica dopo una singola dose orale è di 7-9 ore nei volontari sani ma è prolungata in pazienti con grave insufficienza renale.

Informazioni generali

Principio attivo: Domperidone
Tipologia: Farmaco
Forma farmaceutica: Compresse
Classe farmaceutica: C
Classe rimborsabilità: Non concedibile
Conservazione: non superiore a 30°C

Indicazioni

Adulti: sollievo dai sintomi di nausea e vomito, distensione epigastrica, disturbi all'addome superiore e reflusso.

Posologia

Si consiglia di assumere il farmaco prima dei pasti. In caso di assunzione dopo i pasti, l'assorbimento del farmaco è leggermente rallentato. La durata iniziale del trattamento è di 4 settimane. Dopo 4 settimane i pazienti devono essere rivisti per valutare la necessità o meno di continuare il trattamento. AD e Adolescenti (> 12 anni e con peso > 35 kg): 1-2cpr da 10mg da 3 a 4 volte/die con una dose massima giornaliera di 80mg. Metodo di somministrazione della compressa orodispersibile: lasciar dissolvere la compressa in bocca senza masticarla. La compressa orodispersibile può anche essere dissolta agitandola in mezzo bicchiere d'acqua immediatamente prima della somministrazione.

Composizione

Una compressa contiene 10mg di Domperidone. Glucosio, diossido di zolfo (E220).

Effetti collaterali

IMMUNITARI: molto rari: reazioni allergiche, inclusi anafilassi, shock anafilattico, reazione anafilattica, orticaria e angioedema. A causa della presenza di diossido di zolfo (E220) sussiste il rischio che in rari casi si manifestino reazioni di ipersensibilità e e broncospasmo. ENDOCRINI: rari: aumento dei livelli di prolattina. In rari casi tale iperprolattinemia può causare effetti indesiderati di tipo neuro-endocrino come galattorrea, ginecomastia e amenorrea. NERVOSI: molto rari: effetti indesiderati di tipo extrapiramidale. Gli effetti indesiderati extrapiramidali sono molto rari nei neonati e nei bambini piccoli ed eccezionali in soggetti adulti. Tali effetti scompaiono spontaneamente e completamente con la sospensione del trattamento. GASTROINTESTINALI: rari: disturbi gastrointestinali, incluse manifestazioni molto rare di crampi intestinali transitori. Molto rari: diarrea. CUTANEI: molto rari: prurito, rash. RIPRODUTTIVI: rari: galattorrea, ginecomastia, amenorrea. CARDIACI: molto rari: aritmia ventricolare. Frequenza non nota: prolungamento dell'intervallo QTc.

Controindicazioni

Nota ipersensibilità al domperidone o a qualsiasi eccipiente del prodotto, Tumori pituitari a rilascio di prolattina (prolattinomi). Questo farmaco non deve essere utilizzato nei casi in cui una stimolazione della motilità gastrica potrebbe risultare dannosa: emorragie gastrointestinali, ostruzione meccanica o perforazione intestinale.

Sovradosaggio

I sintomi da sovradosaggio possono includere sonnolenza, disorientamento e manifestazioni extrapiramidali, specialmente nei bambini. Trattamento: non esiste un antidoto specifico per il domperidone ma, in caso di sovradosaggio, possono essere utili la lavanda gastrica e l'impiego di carbone attivo. Sono raccomandate una stretta sorveglianza medica e una terapia di supporto. I farmaci anticolinergici e antiparkinsoniani possono essere utili nel controllo delle reazioni extrapiramidali.

Avvertenze speciali e precauzioni di impiego

Poiché il domperidone viene largamente metabolizzato nel fegato, si raccomanda cautela nei pazienti con compromissione epatica. In pazienti con insufficienza renale grave (creatinina sierica >6mg/100ml, cioè >0,6mmol/l) si è verificato un aumento dell'emivita di eliminazione del farmaco da 7,4 a 20,8 ore, ma i livelli plasmatici del farmaco sono apparsi più bassi che in volontari sani. Poiché solo una quantità molto piccola di farmaco immodificato viene escreta per via renale, è improbabile che la dose di una singola somministrazione necessiti di correzione in pazienti con insufficienza renale. Comunque, in caso di somministrazione ripetuta, la frequenza di somministrazione deve essere ridotta a 1 o 2 assunzioni giornaliere in funzione della gravità dell'insufficienza renale e può essere pertanto necessario ridurre la dose giornaliera. pazienti con insufficienza renale in terapia prolungata devono essere regolarmente monitorati. La cosomministrazione con ketoconazolo per via orale, eritromicina o altri potenti inibitori del CYP3 A4 che prolungano l'intervallo QTc deve essere evitata. I pazienti con rari problemi ereditari di intolleranza al galattosio, ad es. galattosemia o malassorbimento di glucosio-galattosio non devono assumere questo farmaco.

I Farmaci più cercati

Aulin  -  Tachipirina  -  Tareg  -  Lucentis  -  Enterogermina  -  Tantum  -  Priligy  -  Evra

Quale farmaco si può usare per guarire dal 'tocco' di una medusa?

Nell’immediato sarebbe utile bagnare la zona del corpo interessata con acqua salata tiepida. Per alcuni giorni si può applicare una pomata a base di corticosteroidi e antistaminici. No a ghiaccio, acqua dolce e alcol.

Pubblicità
Il Glossario di paginemediche.it